respira la natura un blog a supporto della terapia con allergene immunoterapia allergene specifica realizzato con il contributo di medici specialisti
0 Piaciuto

Con la speranza di rimangiare una bella pesca!

 

Ringraziamo Sebastiana per la sua interessante testimonianza.

3 commenti

  • Sebastiana Santilli

    febbraio 01, 02 2018 05:12:41

    Salve a tutti, mi chiamo Sebastiana Santilli. Da piccola, all’età di 7/8 anni, ho scoperto di essere un soggetto allergico. Le prime allergie che ho riscontrato, sono state quelle alla pesca e al gatto. Con la pesca ho avuto proprio una reazione con la quale mi si è gonfiato il viso, mentre con il gatto, forte bruciore e gonfiore degli occhi. Crescendo ho avuto varie reazioni: una volta ho mangiato il cachi, quello duro, e mi hanno ricoverata una notte in ospedale. La reazione è stata forte, uno shock anafilattico che ha spaventato moltissimo me e la mia famiglia.

    Una cosa che ho notato con gli anni, è che quando sentivo di avere una reazione allergica, più mi agitavo e più era forte. Se stavo tranquilla, potevo prendere da sola il cortisone e dopo un pò passava da sola. In un periodo di forte stress della mia vita, sono stata anche allergica alle punture di zanzara! Per fortuna poi è passata!! Diciamo che convivere con le allergie non è facile, ti limitano molto. Io, per esempio, ho sempre paura di provare nuovi frutti. Ovviamente ho fatto l’esame delle prove allergiche e sono risultate varie cose, oltre a quelle già dette. Anche la mela e l’erba mazzolina, alcuni pollini e, in genere, questo l’ho capito da sola, devo stare più attenta alla frutta acerba.

    Da poco più di un anno sono mamma, chiaramente penso sempre che anche mia figlia possa avere delle allergie, anche se spero che non sia così! Quest’anno ho frequentato il master in counseling gastronomico della dottoressa Zuleika Fusco. Grazie ad alcuni approfondimenti, abbiamo capito che le mie allergie, sono dovute a fatti ben precisi che riguardano il passato e delle ferite della mia famiglia. Per questo vi ringrazio e credo molto nel lavoro che state facendo! Con la speranza di rimangiare una bella pesca! Affettuosi saluti.

    Sebastiana

    • Paolo Borrelli

      febbraio 01, 02 2018 05:17:29

      Gentile Sebastiana, penso che le sue reazioni ad alimenti possano avere una duplice componente. La prima, in base alla sua descrizione, sicuramente e’ di tipo allergico. La seconda componente, lei stessa lo riferisce, e’ di tipo emotivo. Importante per limitare al massimo la sua preoccupazione è fare la diagnosi giusta e completa. Innanzitutto: Ha mai lamentato reazioni con frutta cotta, sciroppata, marmellate, succhi di frutta (quelli commerciali, che sono pastorizzati, intendo)? Se ha sempre tollerato frutta cotta, le sue reazioni verso la frutta cruda dipendono dalla reazione verso una proteina di un polline (betulla, artemisia….) e salvo eccezioni non sono mai gravi o pericolose per la vita. Il suo allergologo potrà precisare la sua storia con test cutanei e con un prelievo ematico che stabilirà la causa molecolare della sua allergia.

      • Sebastiana

        febbraio 10, 02 2018 11:19:23

        Grazie mille dottor Borrelli, no, la frutta cotta non mi ha mai procurato reazioni allergiche!
        Molto interessante ciò che mi ha scritto, ne terrò conto!
        Grazie ancora

Lascia un Commento