pills for cure
0 Piaciuto

Le reazioni avverse ai farmaci

Incidenza sulla popolazione

Le reazioni avverse a farmaci possono interessare il 10% dei pazienti ospedalizzati mentre la percentuale media dei ricoveri ospedalieri a causa di una reazione a farmaco è di circa il 3,5%.

Possibili cause

Più del 10% di tutte le reazioni avverse a farmaci sono reazioni di ipersensibilità (allergiche) che si manifestano in modo imprevedibile.
Le reazioni più frequenti sono causate da antibiotici come le penicilline, le cefalosporine ed i sulfamidici e da anti-infiammatori non steroidei (FANS) come l’aspirina.
Nessuna classe farmacologica può essere però ritenuta completamente sicura.

Sintomi e pericolosità

Le manifestazioni cliniche delle reazioni avverse a farmaci possono coinvolgere vari organi, con diverse tempistiche e gravità. La cute è generalmente l’organo più interessato.

Le reazioni possono essere in rari casi gravi e pericolose per la vita tali da essere responsabili fino al 20% della mortalità per anafilassi (shock anafilattico).
Non va trascurato anche l’ impatto socio-economico, sia in termini di costi diretti (gestione delle reazioni acute ed il ricovero) che indiretti (giornate perse di lavoro o scuola).

Diagnosi e trattamento

Le procedure diagnostiche dipendono dal meccanismo d’azione della reazione osservata.

In alcuni casi è necessaria la selezione di un farmaco alternativo attraverso il test dose o la desensibilizzazione in ambiente protetto (ospedale) .

Lascia un Commento